Settimana Europea 2011 per la sicurezza e la salute sul lavoro, dal 25 al 29 ottobre

Si svolgerà in tutta Europa dal 25 al 29 ottobre 2011 la Settimana Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro focalizzata sul tema della manutenzione sicura.

Si stima che il 10-15 % degli incidenti mortali sul lavoro siano collegati alla manutenzione.

Qui di seguito riportiamo una sintesi dei concetti chiave e una serie di materiali scaricabili in formato PDF.

Cosa si intende per manutenzione?

Occuparsi di manutenzione significa semplicemente tenere il luogo di lavoro, le sue strutture, apparecchiature, i suoi macchinari, mobili e dispositivi in uno stato di funzionamento sicuro, accertandosi anche che le loro condizioni non si deteriorino. Una manutenzione periodica può contribuire a prevenire guasti improvvisi e inaspettati.

Esistono due tipi di interventi di manutenzione:

  1. la manutenzione preventiva o proattiva: verifiche e riparazioni eseguite anche in assenza di ovvi motivi. Questo tipo di attività (si pensi, per esempio, ai tagliandi per i veicoli) viene solitamente pianificata in conformità con le istruzioni o la politica di manutenzione del produttore;
  2. manutenzione correttiva o reattiva: riparazioni impreviste effettuate sugli impianti dopo un guasto o una rottura improvvisi. Questo tipo di intervento in genere è più pericoloso rispetto a un intervento di manutenzione pianificato.

La manutenzione non è un settore che interessa esclusivamente i montatori e i meccanici. È piuttosto una responsabilità di quasi tutti i lavoratori in tutti i settori professionali e viene effettuata nella maggior parte degli ambienti di lavoro. Per sua natura, inoltre, si tratta di un’attività pericolosa. Qualsiasi lavoratore che esegue un intervento di manutenzione potrebbe essere esposto a un livello di rischio maggiore rispetto a un suo collega.

Alcuni dei pericoli implicati sono elencati di seguito:

  • pericoli fisici: rumore, vibrazioni, sbalzi di temperatura, radiazioni, elevato carico di lavoro fisico, possibilità di essere colpiti da detriti in caduta libera o parti mobili di macchinari, lavoro in quota o in spazi ristretti;
  • pericoli chimici: esposizione a sostanze quali l’amianto o ad altre sostanze pericolose, soprattutto se si è costretti a operare in spazi ridotti;
  • pericoli biologici: esposizione a batteri come Legionella pneumophila e ai virus dell’epatite A e B;
  • pericoli psicosociali: gli effetti avversi di una scarsa organizzazione sul lavoro o di un orario di lavoro protratto o poco compatibile con la vita sociale.
Annunci

Una risposta a “Settimana Europea 2011 per la sicurezza e la salute sul lavoro, dal 25 al 29 ottobre

  1. Pingback: FILM SICUREZZA sul LAVORO proposti da Confservizi Veneto |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...